• Condividi

Il Cotone caldo Filobio

Usiamo abitualmente il termine Cotone caldo per illustrare ai nostri clienti la qualità del tessuto impiegato per realizzare i nostri prodotti per bimbe e bimbi, ma diamo per scontato che a tutti sia noto di che cosa si tratta.

In effetti parlare di Cotone caldo per alcuni può apparire un controsenso, associando per abitudine il cotone all’abbigliamento fresco della stagione estiva. In realtà la fibra di cotone è versatile nei suoi impieghi. La sua naturale resistenza ci consente di lavorarla nei modi più vari, realizzando così anche tessuti dalla “mano calda”, adatti a dare morbidezza e calore e ad isolare la pelle dal freddo invernale.

Il Cotone caldo viene prodotto mediante un impiego di specifiche macchine tessili che realizzano una tessitura più compatta del filo di cotone interlock. La pezza di tessuto così realizzata passa alla lavorazione successiva detta “garzatura”, che consiste in una smerigliatura del filato che viene passato sotto dei cilindri abrasivi. Viene così realizzata una “molatura grezza” del lato interno del tessuto, che crea numerosissime microcamere che catturano naturalmente piccole bolle d’aria. Queste producono l’effetto isolante del Cotone caldo. Più brevemente, le microcamere costituiscono un cuscinetto termico diffuso su tutto il tessuto che trattiene il naturale calore della pelle.

Il Cotone caldo è molto morbido al tatto, delicato sulla pelle, dotato di ottima traspirabilità, anallergico come tutto il cotone biologico. Inoltre ha le qualità di resistenza proprie del cotone, non è soggetto ad infeltrimento e restringimento come altri filati di pari caratteristiche termiche ed è quindi di facile manutenzione, accettando anche temperature di lavaggio più elevate.

Una scelta intelligente, per la facilità di utilizzo e le ottime qualità di protezione, per inverni morbidi e caldi.