• Condividi

Filobio dall’Autunno Inverno 2018/19 ha cambiato il proprio packaging.

La normativa italiana ha introdotto le nuove disposizione ormai a tutti note in merito ai sacchetti impiegati nello shopping e nei supermercati per il confezionamento degli alimenti sfusi.

La norma non è ancora vigente su altre tipologie di imballaggio.

A Filobio tuttavia da tempo cercavamo nuove soluzioni più sostenibili ed a bassa impronta ambientale per imballare i nostri prodotti.

Da sempre i singoli capi di abbigliamento richiedono protezione, per evitare che entrino a contatto con sostanze sporche o dannose. La plastica, da sempre ha assolto questa funzione, inoltre la trasparenza dei sacchetti che impiegavamo era particolarmente utile perché rendeva leggibili le etichette dell’articolo posizionato all’interno dell’involucro.

Ma che fine facevano i tanti sacchetti di plastica da noi immessi nel mercato? Pur contando sulla buona volontà dei negozianti e dei nostri clienti, per una raccolta differenziata ottimale, vedevamo questo processo come un peso in più per l’Ambiente.

Siamo molto sensibili alla tutela dell’Ambiente, riteniamo che sia una scelta obbligata ed intelligente, per un futuro felice e possibile per le generazioni che adesso noi vestiamo.

Così dopo ricerche e valutazioni attente, abbiamo deciso di cambiare radicalmente il nostro packaging primario (vale a dire il sacchettino che tiene protetto il singolo capo di abbigliamento).

Non più plastica, ma per tutta la nuova produzione sacchetti di carta con una finestrella trasparente in PLA (polimero di origine vegetale) per avere un sacchetto veramente e facilmente biodegradabile al 100%.

L’obiettivo è difendere l’ambiente, il mare in primis, luogo dove i sacchetti di plastica trasparente compiono i danni più gravi ed evidenti. È noto che i Paesi in cui non si raccoglie e non si ricicla la plastica sono intasati di rifiuti in terra come in mare, gli oceani su cui si affacciano Paesi meno sensibili all’ambiente sono in una grave crisi, assediati dalla plastica. Ma il fenomeno è sicuramente globale e tutti possiamo fare qualcosa per migliorare la situazione. Ci piacerebbe fare ancora di più, essere promotori di un recupero attivo della salubrità ambientale mondiale, ma incominciamo con il togliere una fonte di inquinamento, per ridurre da ora e per il futuro ogni nostro apporto inquinante.

Siamo felici che il nostro Paese, abbia adottato una normativa che va verso una direzione che condividiamo al 100%. Per questo, pur non essendo riferita allo specifico al nostro settore, l’abbiamo fatta nostra.

Filobio è fra i primi a fare questa scelta, siamo sicuri che molte altre aziende lo faranno a breve, a tutti piace un mondo pulito, aiutiamoci tutti a renderlo tale. I piccoli gesti in questa rivoluzione “green” sono la chiave fondamentale.